Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Ciao ragazze/i!
Appena tornata da una settimana di mare, ho trovato nella mia mail inbox una newsletter con un articolo interessante su come scegliere le fedi nuziali. E mi sono ricordata che, un anno fa esatto, in questi giorni stavamo scegliendo le nostre! Che emozione… ho proprio voglia di fare una bella chiacchierata su questo argomento 🙂

Cominciamo dalla tradizione: perchè la fede va portata all’anulare della mano sinistra? Pare che sia una lunga vena che, partendo proprio dall’anulare sinistro, in una trama d’amore e sangue, giunge fino al cuore.
Gli anelli nuziali non sono un gioiello, ma rappresentano molto di più. Per sceglierli, bisogna tenere presente diversi fattori.
Capita spesso agli sposi di non avere le idee molto chiare sulle tipologie di fedi… oro bianco o giallo? Classica o mantovana? Con brillante o senza? Le possibilità sono tante.

Normalmente, almeno sul materiale si ha già qualche idea prima di recarsi dal gioielliere per la scelta delle fedi. Stefano ed io ad esempio le volevamo in oro giallo, semplici, che si intonassero con tutto e di cui non ci saremmo stancati anche a distanza di molti anni. E poi, personalmente, credo che la fede simbolo del matrimonio per antonomasia sia di oro giallo. Ma sono gusti…

Oro bianco, oro giallo o platino?
Che le regalino i testimoni o meno, la scelta delle fedi è un momento davvero speciale dell’organizzazione del matrimonio. E’ forse il primo segno tangibile della vita “dopo il sì”, quando gli anelli saranno al dito per ricordarvi la vostra unione in ogni momento della giornata, lavorando, cucinando, facendo sport, in vacanza… per sempre.
Ma cosa bisogna tenere presente per non sbagliare nella scelta?
In primis, il gusto e lo stile degli sposi. L’oro giallo è il materiale più comune per le fedi, ma negli ultimi anni stanno diventando di tendenza anche le fedi in oro bianco e rosso, nonchè quelle bicolor. Alcuni la scelgono in altri materiali nobili, come il titanio o il platino, il più raro dei metalli preziosi, che visivamente è molto simile all’oro bianco.
L’importante è scegliere un modello che non passi di moda e con cui vi sentiate identificati.

Fede francesina in oro giallo

Forma della fede: francesina, classica o mantovana?
La forma e le rifiniture della fede sono altri fattori da valutare. Anche in questo caso dipende molto dal gusto degli sposi, ma ci sono linee guida per preferire un modello piuttosto che un altro, in base anche alla forma delle vostre mani. Su una mano esile con le dita sottili un anello spesso 8 mm potrebbe risultare troppo invasivo! E poi ci sono modelli che indubbiamente calzano più comodi di altri.

La fede francesina è una fede sottile, leggermente bombata e piatta all’interno. Il peso si aggira solitamente tra i 3 e i 5 grammi ed è solitamente in oro giallo, tondeggiante e con i bordi smussati.
La fede classica è un anello estremamente semplice, a fascia e anch’essa con i bordi smussati, molto comoda da indossare.

Fede mantovana

La fede mantovana rispetto alla francesina è più alta, pesante e satinata (6 mm con un peso compreso fra i 3 e i 10 grammi) con l’interno piatto. Queste tre tipologie di fedi sono le più comuni, ma esistono anche le fedi incrociate (anello a più cerchi), completamente piatte e a fascia.

Fede classica in oro bianco

E… il prezzo?

Per quanto riguarda le fedi francesine e classiche, che hanno un peso minore, il prezzo va dai 250 ai 400 euro circa. Per le mantovane, che hanno una grammatura maggiore, il prezzo è un po’ più alto e si parte dai 350 euro. Tenete presente che l’oro bianco e l’oro giallo hanno all’incirca lo stesso prezzo, mentre il platino è più costoso.

 

Voglia di brillantino

Per dare un tocco trendy alle fedi nuziali, oggi sia lei che lui spesso optano per una fede (di qualsiasi modello e materiale) con l’aggiunta del brillantino incastonato all’esterno o anche all’interno dell’anello. Naturalmente in questo caso il prezzo lievita, anche a seconda del tipo di brillantino che si desidera e dalla quantità di brillantini.

Le incisioni
All’interno delle fedi, verranno incisi i vostri nomi e la data del matrimonio. Solitamente si scrive il nome di lei nella fede di lui e viceversa. Ma accade anche che per scelta gli sposi decidano di incidere entrambi i nomi su tutte e due le fedi, oppure che anzichè i nomi l’incisione riprenda un soprannome o una frase cara agli sposini. Insomma… via libera alla fantasia!

Vi saluto con un abbraccio,

Isasposa

Annunci